Il mondo della ricerca in prima fila per fermare le IAS

Entra nel vivo il coinvolgimento degli scienziati nel progetto ASAP per la stesura della black list nazionale

Conclusa nei giorni scorsi la prima fase della campagna di comunicazione con il mondo scientifico: specialisti di biologia delle invasioni e ricercatori di diverse aree scientifiche si sono incontrati, tra febbraio e marzo, per definire le priorità d’intervento a livello nazionale nel contrasto alle specie aliene, con particolare attenzione alle specie aliene invasive (IAS). Il risultato di questa collaborazione sarà una lista di IAS prioritarie per l’Italia, che integrerà la lista di IAS di rilevanza unionale prodotta dall’Unione Europea e che sarà sottoposta al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare per l’attuazione del Regolamento Europeo 1143/2014 e del Decreto Legislativo 230/2017.

L'attività di coinvolgimento della comunità scientifica si è svolta attraverso tre workshop durante ai quali sono stati invitati ricercatori di biologia marina, botanici e zoologi in rappresentanza delle principali società scientifiche: la Società italiana di biologia marina, la Società botanica italiana, la Società italiana di scienza della vegetazione, l’Associazione teriologica italiana, il Comitato scientifico fauna d’Italia, l’Unione zoologica italiana, la Societas Herpetologica Italica e l’Associazione italiana ittiologi acque dolci. Durante ogni workshop sono state illustrate le basi normative della lista di specie di rilevanza nazionale e i criteri tecnici con cui costruiremo, nell'arco di un anno, questa lista: la prioritizzazione, ossia la scelta delle priorità su cui concentrare in futuro le azioni gestionali, e l’horizon scanning, letteralmente “uno sguardo verso l’orizzonte”, cioè un'analisi a 360° delle specie invasive non ancora presenti in Italia ma che potrebbero arrivare a breve, medio e lungo termine.

Le fasi successive dell'azione consisteranno in un’analisi condotta dalle società scientifiche per individuare, per ogni gruppo tassonomico (specie marine, specie vegetali, vertebrati, invertebrati delle acque dolci, invertebrati terrestri), le potenziali specie da inserire nella lista; ci saranno poi vari momenti di confronto tra gruppi per la costruzione della lista finale, che contiamo di chiudere entro i primi mesi del 2019. Il lavoro da fare è ancora tanto, ma siamo partiti col piede giusto!

Prossimi eventi
Dicembre 2018
L M M G V S D
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31